Alla Casa dell’Energia, fino al 12 novembre sarà presente la mostra Un Altro Sguardo che si compone di una mostra bibliografica, una mostra di tavole illustrate originali e una mostra fotografica. Una evento pensato soprattutto per i bambini che potranno consultare più di 200 libri provenienti da tutto il mondo è che raccontano senza troppi filtri la diversabilita tra i bimbi stessi. Un’ottima occasione per visitare l’ex Bastanzetti, un modo per vedere tanti disegni e tanti libri.

Progetto5 è lieta di ospitare ad Arezzo la mostra Un altro sguardo, una selezione delle opere di sedici illustratori, tavole originali tratte dai libri della sezione speciale Disability del Bologna Ragazzi Award 2016. Sedici matite che, attraverso il loro segno, raccontano la sordità, la difficoltà a deambulare, la cecità, l’autismo, il mutismo e l’incapacità a creare una relazione tra pari. La diversità si trasforma in un’opportunità per riuscire a guardare il mondo, noi stessi e gli altri da una prospettiva diversa; questo vuole essere lo spirito della mostra che inviterà il visitatore, anche grazie al particolare allestimento, ad “un altro sguardo”.
Il filo rosso della mostra è rappresentato da alcuni verbi azioni-pensiero che diventano motori di riflessioni, di suggestioni, di relazioni: amare, ascoltare, accogliere, cambiare, sentire, pensare, conoscere, leggere.
Accanto alle figure una biblioteca ideale di circa 150 di libri per bambini e ragazzi, titoli selezionati in un panorama internazionale.
Espongono:
Diego Bianki, Eva Montanari, Michele Ferri, Gusti, Birte Müller, Vittoria Facchini, Arianna Papini, Paolo Domeniconi, Samuel Castaño, Mesa Kristin Lidström, Quentin Blake, Roxane Lumeret, Maria Giròn, Chiara Carrer, Pablo Auladell, Sonia MariaLuce Possentini

La mostra verrà inaugurata domenica 16 ottobre dalle ore 15 e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19, al mattino sarà aperta alle scuole chiamando allo 0575-27186 o scrivendo ad info@librerialacasasullalbero.com

Evento:

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here